Progetto Sostegno a distanza (SAD)

Progetto Sostegno a distanza (SAD)

progetto sostegno a distanza

progetto sostegno a distanza

“BAMBINI…AIUTIAMOLI A CRESCERE”

In alcuni villaggi del Togo e nelle scuole dove la nostra associazione interviene è presente un grande numero di orfani e bambini che vivono in una situazione che non permette loro di sperare in un futuro migliore. E’ in questo contesto che abbiamo iniziato un programma di presa in carico dei bambini ospiti del Centro Casa Famiglia “La Providence” nella città di Lomé. Nel Centro, gestito da Suor Pieralba, sono attualmente presenti 45 bambini con un’età variabile da i tre mesi ai 15 anni. L’associazione, oltre al sostegno a distanza con l’assistenza e il supporto nei percorsi scolastici con la fornitura del materiale, dei libri e il pagamento delle rette, si occupa anche della raccolta e dell’acquisto dei beni materiali di prima necessità e della distribuzione di vestiario, cure mediche e medicinali, latte in polvere, pannolini, giocattoli, oggetti e prodotti di uso quotidiano.

 

ILLUSTRAZIONE DEL PROGETTO


Dopo studi, analisi ed indagini sulla situazione dei bambini abbiamo costituito un dossier informativo, (da richiedere al referente del paese del sostenitore):
1) Dossier di presa in carico parziale -annuale-: consiste nella presa in carico dei bambini solamente per le spese scolastiche (retta scolastica-materiale scolastico-mensa), il costo è definito secondo il livello di studi. (Il sostegno può essere parziale nel senso che ciascuno può sostenere il bambino anche per singola spesa, es. solo retta scolastica o solo fornitura libri e materiale scolastico ecc.);

2) Dossier di presa in carico totale -annuale- che consiste nel sostegno dei bambini sul piano sanitario, educativo, dei bisogni di abbigliamento e alimentare completi;

3) costituzione di un fondo unico di sostegno per l’aiuto dei bambini in situazioni di gravi difficoltà economiche e di salute e acquisto di materiale scolastico per le scuole con contributo libero.

Per l’attuazione del progetto abbiamo: 
-elaborato un piano di cura per seguire il bambino ed il suo inserimento in collaborazione con associazioni locali;
-messo in atto, attraverso i nostri partners e volontari, un programma di ricerca di un padrino/madrina che sostengano i bambini;
-predisposto l’invio di un rapporto periodico da parte dell’associazione sulla situazione dei bambini ed anche foto, lettere scritte e disegni dei bambini.
-programmato l’assistenza della nostra associazione per il monitoraggio diretto del sostegno ai bambini attraverso un referente volontario rappresentante di vite intorno nel paese del sostenitore. 

“Sono un bambino ho diritto alla vita e all’istruzione, è giusto che i grandi mi aiutino a crescere e mi amino”.